Fedrigoni

Mai adattarsi

In una situazione di forte concorrenza, in che modo lo studio di design Stranger & Stranger fa sì che un’etichetta di 10 cm su una bottiglia di vino o liquore si faccia notare?

Di Sarah Snaith

Lo studio di design Stranger & Stranger – che ha uffici a Londra, New York e San Francisco – è un precursore nella progettazione di imballaggi ed etichette per marchi di alcolici di tutto il mondo. La sua lista di clienti include grandi prodotti, come vermouth Martini, tequila Josè Cuervo, Jack Daniel’s Tennessee Rye e The Kraken Black Spiced Rum, oltre a quelli meno noti, come la Eristoff vodka, lo Spicebox Canadian Spiced Whisky e vino di Prayers of Saints and Sinners.

Il suo motto

“Non adattarti. Distinguiti.”

è evidente nelle soluzioni grafiche che includono goffratura, stampa a lamina e fustellature. Lo studio lavora per clienti come il produttore di whisky scozzese Dewar, dimostrando che la necessità di distinguersi può assumere forme diverse per clienti diversi. Il lavoro di ricerca per il refresh globale di Dewar ha sfruttato l’archivio aziendale in Scozia e oggi tutto – le nuove confezioni, le etichette, le forme delle bottiglie e lo speciale carattere tipografico – fa riferimento al patrimonio dell’azienda.


Stranger & Stranger è profondamente consapevole del tipo di consumatore cui si rivolge il prodotto e della potenziale lunga vita che una bottiglia di Dewar Ne Plus Ultra invecchiata 30 anni (stampata su Manter Savile Row Tweed Dark Grey) potrebbe avere in casa. “Per creare un ottimo packaging di alcolici”, dicono il fondatore di Stranger & Stranger Kevin Shaw e l’amministratore delegato del gruppo Ivan Bell, devi conoscere a fondo il tuo consumatore, devi sapere che aspetto ha il suo mondo e che cosa lo sconvolge, devi aver avuto modo di sapere quando fa acquisti, come li fa, cosa sta comprando adesso. E poi devi trovare la mossa vincente per gridare più forte di tutte le altre bottiglie sullo scaffale… e far sfigurare la concorrenza.”

Anche l’esperienza tattile è della massima importanza. Incantevoli tralci e volute dominano la delicata bottiglia di vetro del cognac della Maison Ferrand Sélection des Anges, e i suoi angelici cherubini ne aumentano il fascino. L’estetica per il pluripremiato design di Compas Box No Name, è più terrestre con vortici di fumo in rilievo che provengono da un tempio che appare sia sulla bella scatola nera, sia sull’etichetta, e allude all’alchemia e alla combinazione magica di ingredienti. “La tattilità è evidente nella nostra collaborazione in corso con Compass Box”, affermano Shaw e Bell. “Negli ultimi dieci anni con le loro edizioni firmate abbiamo creato per il marchio un portfolio di storie complesse. L’elemento centrale di questa confezione è la specifica carta che abbiamo scelto. Consente di eseguire goffrature e incisioni molto scolpite con una perfetta applicazione di inchiostro e lamina.

La scelta e le caratteristiche tecniche della carta da etichetta sono per noi di fondamentale importanza in tutti i progetti di etichette che intraprendiamo per i nostri clienti. Integrano la nostra narrazione del marchio.”

Stranger & Stranger è attento a trovare soluzioni che parlino delle caratteristiche uniche di un marchio e della sua gamma di prodotti. Per i whisky Redwood Empire questo significava prendere il filosofo e naturalista John Muir (un grande sostenitore delle sequoie californiane) e immaginarlo in varie forme producendo illustrazioni monocromatiche stampate in xilografia.                                     

Invece per l’aperitivo Italicus Rosolio di Bergamotto il grosso del lavoro lo fa il design della bottiglia, che richiama le innovazioni nella lavorazione del vetro della metà degli anni ‘20 quando venne accolta con favore l’invenzione della produzione automatizzata di bottiglie. Queste bottiglie artigianali hanno spesso una seconda vita: “Otteniamo molti successi inattesi”, dicono Shaw e Bell, “ma per noi un marchio è davvero un successo solo quando le persone iniziano a trasformare le bottiglie in lampade o a farne tatuaggi. Il Kraken ha prodotto un’intera gamma di prodotti, tra cui una tenda da doccia e una lampada.” Oltre al lavoro commissionato, Stranger & Stranger ogni anno realizza prodotti in edizione limitata (come Bitter & Twisted bitters) da regalare ai clienti per festeggiare il Natale. Shaw e Bell affermano che con l’alcol è raro che i consumatori possano fare un assaggio “sottobanco” prima dell’acquisto e ogni bottiglia si trova a competere con altre mille. Ogni produttore “promette lo stesso ricco accostamento fruttato al tuo arrosto” e i consumatori “valutano il contenuto basandosi esclusivamente su quel pezzo di carta da quattro pollici. Immagina se tutti i libri e le riviste in libreria avessero la stessa sinossi sul retro di copertina e tu non potessi guardarci dentro.”

BACK